Default.aspx  
 
HOME   CHI SIAMO   CONTENUTI DEL SITO   COLLABORA CON NOI
 

 
      
LA TRASPARENZA DELLA PA E' LEGGE, MA COME USARE LE INFORMAZIONI RESE PUBBLICHE?
 
 

Archivio articoli
La trasparenza della PA è legge, ma come usare le informazioni rese pubbliche?
Chi se la sente di fare il whistleblower, cioè chi segnala abusi e violazioni?

Con la legge sulla trasparenza viene sancita l’accessibilità totale alle informazioni concernenti la PA.  L’elenco del materiale da pubblicare comprende ben 56 “oggetti”, o gruppi di oggetti.  Non è chiaro, però, chi e come userà queste informazioni come effettivo strumento di controllo.

 

Il d.lgs.33/2013 sancisce il principio generale della trasparenza delle pubbliche amministrazioni e il suo perché.  Ecco l’art.1, comma 1: “La  trasparenza è intesa come accessibilità totale delle informazioni concernenti l'organizzazione e l'attività delle pubbliche amministrazioni, allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche”.

Analogo principio è stato stabilito in Gran Bretagna, dove è ampiamente pubblicizzato il concetto di “controllore in poltrona” (armchair auditor). Il premier britannico, in occasione della presentazione dell’Agenda per la Trasparenza, ha parlato di un intero esercito di controllori in poltrona tesi a ispezionare i libri contabili per smascherare sprechi, costosi progetti dettati dalla vanità, interventi senza costrutto.  Ai cittadini viene richiesto di essere parte attiva per verificare come i soldi delle tasse vengono spesi, farsi giudici di scuole e ospedali, valutare l’efficacia delle forze dell’ordine.

Tuttavia, non è chiaro se tutto ciò potrà veramente accadere.

I motivi sono diversi.

Innanzitutto, le informazioni pubblicate sono un mare magnum in cui è difficile orientarsi.  I formati sono diversi, i dati sono spesso incompleti, poco comprensibili e ancor più difficilmente comparabili fra loro.

Inoltre, a parte alcune esperienze interessanti, non sembra esserci tutta questa voglia di partecipazione da parte dei cittadini.  I “controllori in poltrona” dovrebbero essere persone impegnate, sufficientemente istruite, consapevoli di come funzionano i servizi pubblici e disponibili a dedicare il loro tempo a spulciare dati e relazioni.  Insomma, un profilo che non sembra molto diffuso.

Infine, non è chiaro cosa debba succedere quando si scopre qualche magagna. Rivolgersi alla magistratura, alla stampa, al proprio partito o sindacato?  Oppure inviare direttamente petizioni agli enti interessati?  Forse nel caso di fatti scandalosi è più facile destare l’attenzione dell’opinione pubblica e delle autorità, ma qui si parla di un controllo sulla gestione ordinaria, puntuale e diffuso.

Guardate la lista dei dati e delle informazioni che ogni Amministrazione deve pubblicare (è l’allegato al D.Lgs.33/2013):  contiene ben 56 “oggetti”, o meglio, gruppi di oggetti.   Moltiplicatela per il numero di Amministrazioni esistenti e avrete un idea della vastità del compito di chi vuole cimentarsi come Auditor.

 

Denominazione sotto-sezione 1 livello

Denominazione sotto-sezione 2 livello

Disposizioni generali

Programma per la Trasparenza e l'Integrità

Atti generali

Oneri informativi per cittadini e imprese

Organizzazione

Organi di indirizzo politico-amministrativo

Sanzioni per mancata comunicazione dei dati

Rendiconti gruppi consiliari regionali/provinciali

Articolazione degli uffici

Telefono e posta elettronica

Consulenti e collaboratori

 

Personale

Incarichi amministrativi di vertice

Dirigenti

Posizioni organizzative

Dotazione organica

Personale non a tempo indeterminato

Tassi di assenza

Incarichi conferiti e autorizzati ai dipendenti

Contrattazione collettiva

Contrattazione integrativa

OIV

Bandi di concorso

 

Performance

Piano della Performance

Relazione sulla Performance

Ammontare complessivo dei premi

Dati relativi ai premi

Benessere organizzativo

Enti controllati

Enti pubblici vigilati

Società partecipate

Enti di diritto privato controllati

Rappresentazione grafica

Attività e procedimenti

Dati aggregati attività amministrativa

Tipologie di procedimento

Monitoraggio tempi procedimentali

Dichiarazioni sostitutive e acquisizione d'ufficio dei dati

Provvedimenti

Provvedimenti organi indirizzo-politico

 

Provvedimenti dirigenti

Controlli sulle imprese

 

Bandi di gara e contratti

 

Sovvenzioni, contributi, sussidi, vantaggi economici 

Criteri e modalità

Atti di concessione

Bilanci

Bilancio preventivo e consuntivo

Piano degli indicatori e risultati attesi di bilancio

Beni immobili e gestione patrimonio

Patrimonio immobiliare

 

Canoni di locazione o affitto

Controlli e rilievi sull'amministrazione

 

Servizi erogati

Carta dei servizi e standard di qualità

Costi contabilizzati

Tempi medi di erogazione dei servizi

Liste di attesa

Pagamenti dell'amministrazione

Indicatore di tempestività dei pagamenti

IBAN e pagamenti informatici

Opere pubbliche

 

Pianificazione e governo del territorio

 

Informazioni ambientali

 

Strutture sanitarie private accreditate

 

Interventi straordinari e di emergenza

 

Altri contenuti

 

 


Voto: 3/5 (77 voti)



Pubblicato il 02/07/2013 


Vota
 1 2 3 4 5

 
 

 
 
 

  

info@mondopa.it

Responsabile: Luca Montobbio
Sito sviluppato da Silvio Romano
Grafica di Pier Paolo Naldoni
 

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, interviste audio/video, registrazioni,
etc…) sono distribuiti con una licenza Creative Commons 2.5 eccetto dove diversamente specificato.
I documenti presenti su MondoPA sono in larga parte presi da Internet e quindi valutati di pubblico dominio.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo
alla redazione, che provvederà prontamente alla rimozione degli stessi.

 

MondoPA - 2013